Search

You may also like

dislikeangry
Hugh Jackmann e gli altri attori che hanno lottato contro un tumore alla pelle
Crazy

Hugh Jackmann e gli altri attori che hanno lottato contro un tumore alla pelle

Hugh Jackmann è stato operato per carcinoma basocellulare per la sesta

moneydislike
Ryke Geerd Hamer: il medico che accompagna verso la morte, promettendo la vita
Crazy

Ryke Geerd Hamer: il medico che accompagna verso la morte, promettendo la vita

Il metodo Hamer, dal nome del suo inventore, Ryke Geerd Hamer,

love
Chi è Chung: il coreano che ha conquistato il tennis
Crazy

Chi è Chung: il coreano che ha conquistato il tennis

Ha sconvolto il mondo del tennis, con un cognome che

money

Claudio Lotito: l’uomo che non deve c(hi)edere mai

Claudio Lotito: l’uomo che non deve c(hi)edere mai

Esistono gli emiri, i petrolieri, gli sceicchi e i magnati. Poi, c’è Claudio Lotito. Non che di soldi non ne abbia, lo dimostra l’acquisizione della Lazio, l’appropriazione dell’enorme debito di Cragnotti e la compartecipazione alla presidenza della Salernitana, ma se nel 2015 ha ricevuto un premio legato alla rigidità con cui ha chiuso il bilancio della società biancoceleste sempre oculata e in attivo vuol dire che siamo di fronte ad un personaggio assolutamente fuori dagli schermi.

Proprio per questo è stato e continua ad essere oggetto di proteste e ostruzionismo di tutta la tifoseria laziale più estrema. I motivi sono molteplici, dal non cedere ad alcun ricatto degli Ultras alle modalità di gestione della squadra: no a spese folli, no a sottomettersi ai giocatori chiunque essi siano, ma attenzione estrema al bilancio e al’autofinanziamento. Così è difficile sognare, ma solo così è stato possibile tenersi in vita dopo l’incredibile debito ereditato dalla precedente gestione e ciò nonostante non sono mancati risultati, trofei e grandi colpi di mercato. Spesso, anche ben superiori alla più mediatica e reclamizzata Roma.

Una laurea in pedagogia col massimo dei voti, una Lega voluta ma dal sentimento non ricambiato, qualche uscita infelice sull’appeal di Carpi e Frosinone: solo alcune delle sfumature del n.1 laziale, anche se proprio su questo circolano leggende metropolitane legate ad una presunta e adolescenziale fede giallorosa dello stesso.

L’ultimo caso legato al fortissimo centrale olandese De Vrij dimostra una volta di più quanto Lotito non sia uomo con cui arrivare allo scontro o che tanto meno cede a lunghe ed esose pretese. Piuttosto, su la testa e tanti saluti, senza guardare in faccia a nessuno: anche a costo di perdere a zero euro uno dei migliori stopper del mondo, altrimenti vendibile per decine di milioni di euro.

ASSIVIP MAG  Ryke Geerd Hamer: il medico che accompagna verso la morte, promettendo la vita

Così avvenne in passato coi vari Pandev, la bandiera Di Canio, per ultimo Biglia e tantissimi altri: si lascia la Lazio alle sue condizioni, che sia in scadenza o meno. Un monito per tutti quelli che in futuro vorranno vestire la maglia biancoceleste, sapranno bene cosa aspettarsi.

Oggi la Lazio è in piena zona Champions, in Europa League e in lotta per la finale di Coppa Italia, con una Supercoppa Italiana già in bacheca. I risultati sono dalla sua, nel frattempo già si sfrega le mani per il prossimo colpo da 100 milioni per cui (non) trattare: arriva dalla Serbia, si chiama Milinkovic Savic. Lo stesso accolto col solito scetticismo due estati fa, alla domanda classica “ma chi è”?, lui, ha risposto sul campo.

E Lotito, gode. Ancora una volta.

Related topics de vrij, lazio, lotito, tare
Next post Previous post

Your reaction to this post?

  • LOL

    0

  • Money

    0

  • Cool

    0

  • Fail

    0

  • Cry

    0

  • Geek

    0

  • Angry

    0

  • WTF

    0

  • Crazy

    0

  • Love

    0

You may also like

moneystar
Donald Trump: le cinque idee in politica estera del Presidente Usa
Money

Donald Trump: le cinque idee in politica estera del Presidente Usa

Donald Trump rischia di passare alla storia come uno dei

moneylove
Il caso Nantes-Psg: quando l’arbitro è da rosso
Crazy

Il caso Nantes-Psg: quando l’arbitro è da rosso

E’ l’argomento del momento, che si tratti di tifosi di

moneyangry
Paul Verhoeven:  quattro curosità per quattro film del regista “scandaloso”
Crazy

Paul Verhoeven: quattro curosità per quattro film del regista “scandaloso”

Paul Verhoeven, regista olandese classe 1938 è uno dei pochi

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *