Search

You may also like

Cinque cose da sapere sulle donne e gli uomini al volante
Cool

Cinque cose da sapere sulle donne e gli uomini al volante

Si dice spesso che le donne non siano capaci di

cryinggeek
Mark Zuckerberg e altri otto daltonici famosi ancora in vita
Cool

Mark Zuckerberg e altri otto daltonici famosi ancora in vita

Mark Zuckerberg è universalmente conosciuto come il fondatore di Facebook. Su di

crying
Gabriele Benedetti: l’osteopata più famoso al mondo grazie a Youtube
Cool

Gabriele Benedetti: l’osteopata più famoso al mondo grazie a Youtube

Il nome “Gabriele Benedetti” su google genera 502.000 ricerche. La

laughing

Ermal Meta & Fabrizio Moro: “non vi hanno fatto niente”

Ermal Meta & Fabrizio Moro: “non vi hanno fatto niente”

Hanno vinto Sanremo 2018, il Festival della Canzone italiana giunto all’edizione n.68, come sempre condita da strascichi di polemiche ma soprattutto un gran numero di telespettatori e share, soprattutto. Le polemiche sono cominciate sin dalla prima serata, nel mirino proprio coloro i quali si sarebbero laureati cinque giorni più tardi come vincitori della kermesse per eccellenza del costume sociale e canoro italiano.

Dopo il primo ascolto durante la serata inaugurale i due sono stati accusati addirittura di plagio, di una canzone delle nuove proposte della passata edizione che era stata scritta proprio da Fabrizio Moro. Lui ovviamente si è difeso ricordando come alla base di quel testo ci fosse lui, ma non soddisfatto del lavoro realizzato aveva deciso di trarre spunto da quel punto per poter rielaborarlo nella canzone poi vincitrice dell’evento.

Il pubblico ha evidentemente dato credito e fiducia al cantautore romano, premiando una canzone di grande significato e dal testo forte. Esso ripercorre le più tremende stragi vissute negli ultimi anni, dal Bataclan a Nizza fino a Londra. Il titolo “non mi avete fatto niente” trae spunto dal messaggio conclusivo di una delle ragazze scampate all’attentato del Bataclan a Parigi, lanciando un messaggio di forza e coraggio contro coloro i quali hanno voluto colpire il cuore della nostra cultura.

Grande successo e critica positiva per Ermal Meta, che proprio sul palco dell’Ariston era esploso lo scorso anno fra le nuove proposte. Di origini albanesi, giunto nella provincia di Bari a 12 anni ha saputo lanciarsi in età non giovanissima anche con duetti d’eccezione come quelli con Jarabe de Palo e l’ultimi, struggente brano, in coppia con Elisa.

ASSIVIP MAG  David Guetta: quattro chicche sul riservato re di Spotify

Un duetto improbabile, divenuto possibile dalla forza della musica, dalla voce sottile e dolce di Ermal e dal sempre concreto Moro: cantautore di successo, tra gli altri di Emma Marrone e che proprio a Sanremo col brano “Pensa” era balzato sulle prime pagine.

 

Related topics baglioni, ermal meta, moro, sanremo
Next post Previous post

Your reaction to this post?

  • LOL

    0

  • Money

    0

  • Cool

    0

  • Fail

    0

  • Cry

    0

  • Geek

    0

  • Angry

    0

  • WTF

    0

  • Crazy

    0

  • Love

    0

You may also like

laughing
Gwyneth Paltrow: da star di Hollywood a regina del Lifestyfe
Cool

Gwyneth Paltrow: da star di Hollywood a regina del Lifestyfe

Gwyneth Paltrow è una delle star indiscusse, ma anche un

laughing
Tom Cruise e la “maledizione degli Oscar”: i mai vincenti dell’Academy
Cool

Tom Cruise e la “maledizione degli Oscar”: i mai vincenti dell’Academy

Tom Cruise è tra i “delusi da Hollywood”. Rientra, cioè,

laughingcrying
David Guetta: quattro chicche sul riservato re di Spotify
Cool

David Guetta: quattro chicche sul riservato re di Spotify

David Guetta è il re indiscusso di Spotify. Il dj

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.