Search

You may also like

laughing
Nino Formicola, in arte Gaspare: il vincitore dell’Isola
Featured Sport

Nino Formicola, in arte Gaspare: il vincitore dell’Isola

Nino Formicola ha vinto l’edizione in corso dell’Isola dei Famosi,

love
Bebe Vio: la normalità della regina della scherma paraolimpica
Featured Sport

Bebe Vio: la normalità della regina della scherma paraolimpica

Bebe Vio è diventata, ormai, una delle persone italiane più

laughing
Tom Cruise e la “maledizione degli Oscar”: i mai vincenti dell’Academy
Featured Sport

Tom Cruise e la “maledizione degli Oscar”: i mai vincenti dell’Academy

Tom Cruise è tra i “delusi da Hollywood”. Rientra, cioè,

love

Icardi, l’emblema del cambiamento: da sociale a “social”

Icardi, l’emblema del cambiamento: da sociale a “social”

Mauro Icardi è il più giovane capitano nella storia dell’Inter, il più giovane dei capocannonieri della Serie A dai tempi di Paolo Rossi, il più precoce a breve a tagliare quota 100 realizzazioni nel massimo campionato italiano. E’, però, tantissimo altro: mondanità poca, relazione discussa, parecchia. E a fare da “contorno” social inondati di orologi, tatuaggi, gioielli, macchine e tutto lo sfarzo possibile e immaginabile in faccia al mondo.

Il ruolo del calciatore non ha mai avuto valenza sociale, quello dello sportivo sì per fortuna, in diverse occasioni. Altri tempi, diverse carature, straordinari personaggi: oggi da ruolo sociale si è passati velocemente ad un ruolo social ed è quello che ormai conta, purtroppo.

Icardi è l’emblema di questo cambiamento, di chi svolge la propria professione (discretamente bene) ponendosi sempre dalla parte del torto, o quasi sempre, per quella passione sfrenata verso il lusso e la sua ostentazione. Discutibile forse, ma ognuno della propria vita fa ciò che vuole, mettendo in conto le critiche conseguenti al volerlo mettere in piazza.

Quando segnava una doppietta in casa della Juventus a soli 19 anni era un ragazzino che, appena un anno dopo, avrebbe sottratto la moglie a uno dei suoi migliori amici, sebbene ormai separati. Quella con Maxi Lopez e nel mezzo Wanda Nara è stata una spy story capace di prendere le prime pagine di quasi tutti i media del mondo, soprattutto quando il tutto culminò nella celebre mancata stretta di mano fra i due, in un lontano Sampdoria-Inter. In quella partita Maxi sbagliò un rigore, Icardi ne segnò due, per la cronaca.

Il personaggio di Icardi è trasversale, o si ama o si odia ed è sempre più complicato immaginarlo staccato da quella Wanda Nara, moglie ed agente dello stesso, col carico di figli sempre presente fra vita reale e virtuale. Rinnovi di contratto sfarzosi, sirene spagnole da Madrid ogni giorno più forti, una Nord che non gli perdona passaggi di un’autobiografia che è sembrata un clamoroso autogol di cui ne paga ancora oggi le conseguenze. Un libro, a soli 23 anni.

ASSIVIP MAG  Marine Le Pen, la donna che vuole cambiare la Francia

Una delle tante esagerazioni della sua vita, che a brevissimo compirà il venticinquesimo anno di vita. Aspettando i Mondiali con quell’Argentina finalmente ottenuta e meritatamente conquistata, a dispetto di voci contrastanti sul rapporto con Messi.

Icardi si ama, si odia, ma soprattutto si discute. E così sarà fino a che farà parlare più i social, che il campo. Soprattutto nella bigotta penisola italiana.

Related topics icardi, inter, maxi lopez, wanda
Next post Previous post

Your reaction to this post?

  • LOL

    0

  • Money

    0

  • Cool

    0

  • Fail

    0

  • Cry

    0

  • Geek

    0

  • Angry

    0

  • WTF

    0

  • Crazy

    0

  • Love

    0

You may also like

Il caso Weinstein: l’uomo che ha terrorizzato Hollywood
Featured

Il caso Weinstein: l’uomo che ha terrorizzato Hollywood

Weinstein, il protagonista del più grande scandalo del nuovo millennio.

love
Roger Federer: mai numero uno fu più unanime
Sport

Roger Federer: mai numero uno fu più unanime

A 36 anni e sette mesi Roger Federer è il

love
Mario Balotelli ancora tu: non dovevamo vederci più?
Sport

Mario Balotelli ancora tu: non dovevamo vederci più?

Mario Balotelli torna in Nazionale. Manca l’ufficialità ma sembra cosa

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *