Search

You may also like

star
Carlo Conti, non solo conduttore: le cinque altre attività del “Re di Sanremo”
Featured

Carlo Conti, non solo conduttore: le cinque altre attività del “Re di Sanremo”

Carlo Conti è universalmente conosciuto come conduttore. L’ultimo presentatore delle

moneystar
Donald Trump: le cinque idee in politica estera del Presidente Usa
Featured

Donald Trump: le cinque idee in politica estera del Presidente Usa

Donald Trump rischia di passare alla storia come uno dei

crying
Matteo Salvini: quattro curiosità sul politico italiano più popolare di Facebook
Featured

Matteo Salvini: quattro curiosità sul politico italiano più popolare di Facebook

Matteo Salvini è uno dei politici più controversi dell’attuale scena

La vita di Leonardo Sciascia, autore dimenticato

La vita di Leonardo Sciascia, autore dimenticato

“Per il caso Colasberna – continuò il capitano – ho ricevuto già cinque lettere anonime: per un fatto accaduto l’altro ieri, è un buon numero; e ne arriveranno altre… Colasberna è stato ucciso per gelosia, dice un anonimo: e mette il nome del marito geloso…”.

Inizia così il brano de Il giorno della civetta, di Leonardo Sciascia, scelto per la prova scritta di italiano della maturità 2019. Agli studenti veniva chiesto di riassumere, di analizzare, di comprendere la retorica del Capitano, le allusioni del non detto, il linguaggio verbale e quello della mimica. Poche righe, in cui il genio siciliano è sintetizzato alla perfezione.

“Vederlo inserito nelle tracce, a 30 anni dalla sua morte, è un tributo giusto e sentito dopo tanta indifferenza”. A parlare è Matteo Collura, giornalista per Messaggero e Corriere della Sera, scrittore di Agrigento, dove è nato nel 1945. Che di Leonardo Sciascia non è semplicemente biografo, ma amico. Nel suo “Il maestro di Regalpietra”, si mescolano i ricordi di quel rapporto intimo: “Non sarei quello che sono oggi se non lo avessi conosciuto, il nostro era un rapporto vero, autentico. Addirittura mi ha inserito nel suo testamento, lasciandomi molte sue opere”.

Uscito nel 1996 per Longanesi, dopo oltre vent’anni il contratto non è stato rinnovato. L’autore ha allora deciso di affidarlo a La Nave di Teseo, casa editrice in cui è uscita quest’anno la nuova edizione, corretta e ampliata. “L’ho fatto per Elisabetta Sgarbi e Mario Andreose, che erano come me amici di Leonardo. L’ultimo libro di Sciascia, A futura memoria, è stato assemblato proprio da loro. Mi è sembrato un gesto semplice, naturale legare la loro casa editrice al nome di questo grande autore”.

ASSIVIP MAG  Gioco d’azzardo: i numeri della pubblicità in televisione

Nelle oltre 400 pagine di biografia, contenute in una veste elegante, curata, trovano posto nuove foto inedite, nuovi aneddoti e racconti. Trova spazio, soprattutto una nuova analisi del presente, attraverso la lettura del passato. “Da quando Sciascia è morto, la Sicilia, insieme all’Italia e al mondo, sono cambiati tanto, soprattutto con l’avvento del digitale. Ma lo sguardo di Leonardo è quello di un classico: può essere sempre attuale”. La sua lezione, ad esempio, è quella di seguire direzioni diverse da quelle convenzionali, di rapportarsi in maniera pensata, consapevole, con il potere, la democrazia, la giustizia.

Ma nel discorso e nel testo di Collura non ci sono mitizzazioni o facili retoriche. Da amico, sa bene che avrebbero irritato Sciascia. C’è un racconto di vita che viene fatto con discrezione, con rispetto, quasi in punta di piedi. Pur mantenendo viva la sua carica avvincente ed emotiva. Il lettore viene trasportato in una Sicilia impensata, lontana dal mare e dalle spiagge. Siamo a Regalpetra, nome immaginario della reale Racalmuto, un nome che deriva dall’arabo Rahal Maut, villaggio morto. È in questa Sicilia interna, “che tanto assomiglia all’Irlanda”, arida, dove inizia a prolificare la mafia, povera di denaro ma ricca di valori, che Sciascia muove i primi passi. Prima nella bottega da sarto del padre, poi nell’amore dei libri e del cinema, negli studi e nelle esperienze da maestro, fino al suo impegno civile e politico, che lo porterà prima nelle fila del Pci (“Lui che è nato e morto nel momento di nascita e di sfaldatura del Partito Comunista”) e poi nei Radicali. “Non so dire se una persona come Sciascia manchi al dibattitto politico e culturale italiano. Ai suoi tempi c’erano Calvino, Pasolini, Moravia. Oggi è tutto così diverso”.

ASSIVIP MAG  Assivip: i personaggi che cambiano il mondo ai raggi X

 

Next post Previous post

Your reaction to this post?

  • LOL

    0

  • Money

    0

  • Cool

    0

  • Fail

    0

  • Cry

    0

  • Geek

    0

  • Angry

    0

  • WTF

    0

  • Crazy

    0

  • Love

    0

You may also like

star
Justin Trudeau: chi è l’uomo che sfida Trump
Money

Justin Trudeau: chi è l’uomo che sfida Trump

Justin Trudeau è il nome nuovo della politica internazionale. Da

Cani che giocano a poker: la storia dei quadri di Coolidge
Featured

Cani che giocano a poker: la storia dei quadri di Coolidge

Dogs playing Poker, un quadro che la maggior parte di

star
Carlo Conti, non solo conduttore: le cinque altre attività del “Re di Sanremo”
Money

Carlo Conti, non solo conduttore: le cinque altre attività del “Re di Sanremo”

Carlo Conti è universalmente conosciuto come conduttore. L’ultimo presentatore delle

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.