Search

You may also like

cryinggeek
Mark Zuckerberg e altri otto daltonici famosi ancora in vita
Featured

Mark Zuckerberg e altri otto daltonici famosi ancora in vita

Mark Zuckerberg è universalmente conosciuto come il fondatore di Facebook. Su di

laughing
Tom Cruise e la “maledizione degli Oscar”: i mai vincenti dell’Academy
Featured

Tom Cruise e la “maledizione degli Oscar”: i mai vincenti dell’Academy

Tom Cruise è tra i “delusi da Hollywood”. Rientra, cioè,

Il caso Weinstein: l’uomo che ha terrorizzato Hollywood
Featured

Il caso Weinstein: l’uomo che ha terrorizzato Hollywood

Weinstein, il protagonista del più grande scandalo del nuovo millennio.

Le cinque rivoluzioni di Papa Francesco

Le cinque rivoluzioni di Papa Francesco

Papa Francesco è il Pontefice della Rivoluzione. Il suo pontificato si è contraddistinto per una rottura totale con i canoni del passato. Da quel 13 marzo 2013, data della sua elezione, Francesco non ha mai smesso di stupire.
Quali sono i fatti più eclatanti che ne hanno segnato il pontificato fin qui? Scopriamolo insieme.

Contro la pedofilia dei preti

Papa Francesco ha riconosciuto in maniera netta e decisa il problema dei preti pedofili. Il Pontefice ha anche firmato la prefazione di un libro, quello dello svizzero Daniel Piffet, che racconta gli abusi subiti da un sacerdote. “Come può un prete, al servizio di Cristo e della sua Chiesa, arrivare a causare tanto male?” scrive Bergoglio.
Il Pontefice pretende massima severità verso chi si macchia di un simile crimine: ” Abbiamo dichiarato che è nostro dovere far prova di severità estrema con i sacerdoti che tradiscono la loro missione, e con la loro gerarchia, vescovi o cardinali, che li proteggesse, come già è successo in passato”, continua.
Dopo anni di silenzio, dunque, la Chiesa con Francesco si schiera apertamente contro questa piaga orrenda del cristianesimo.

Nuovo sistema elettorale papale

Francesco è da sempre vicino ai poveri e ai meno fortunati e nemico delle caste. Non deve sorprendere, quindi, che si sia apertamente schierato contro il radicato potere cardinalizio. Per questo ha voluto stravolgere le regole di selezione dei cosiddetti “Grandi Elettori“, tagliando i collegi sicuri e introducendo le “preferenze”, così da restituire alla base un’ampia, reale facoltà di scelta. In precedenza, esistevano cariche certe, dove i capi dei dicasteri di Curia e i presuli delle diocesi tradizionalmente cardinalizie ricevevano di diritto la berretta rossa. Oggi non è più così. Anche i vescovi di isole sconosciute, se si distinguono per meriti di dicastero, possono ambire ad entrare nell’Elite della Chiesa. Di conseguenza, muta anche l’elezione del prossimo Papa che non sarà più scelto tra e da i “soliti noti”.

ASSIVIP MAG  Cani che giocano a poker: la storia dei quadri di Coolidge

Francesco e Lutero

Per secoli luterani e cristiani sono stati acerrimi rivali. Bergoglio ha sanato questa frattura, non senza polemiche da parte di molti cardinali. Il viaggio del Papa in Svezia, la sua apertura verso le idee di Lutero, colui che “ha fatto un grande passo per mettere la Parola di Dio nelle mani del popolo”, segnano una svolta epocale nei rapporti tra due religioni da sempre contrapposte. La riforma del monaco tedesco ben si sposa con l’idea di Francesco contro i privilegi e il carrierismo all’interno della Chiesa. Ed è per questo che viene avversata.

La famiglia

Francesco ha aperto ai divorziati risposati. Questi, valutati caso per caso, potranno ricevere la comunione e fare i padrini e i catechisti in Chiesa. Il Papa ha bacchettato la Chiesa per l’eccessivo peso dato alla procreazione all’interno del matrimonio. Si è, inoltre, dimostrato comprensivo verso le unioni di fatto,  sottolineando che esse sono molto numerose, più per questioni sociali (ovvero le difficoltà economiche da affrontare) che religione (cioè, il rifiuto delle dottrine cattoliche).

Le sculacciate e le offese

Si aspetti un pugno chi offende mia madre“. Queste sono state le parole pronunciate dal Papa circa due anni fa. Era riferito ai limiti che bisogna dare alla libertà di espressione, in merito alla strage di Charlie Hebdo.
Più che per le sue idee, è il suo linguaggio ad essere rivoluzionario.
Il Papa ha anche “sdoganato” la sculacciata, affermando che è “corretto  picchiare un po’ i figli, ma mai in faccia per non avvilirli“.
Siamo di fronte ad un nuovo tipo di concezione cristiana, molto più umana e vicina al popolo.

ASSIVIP MAG  Fedez, la Ferragni e J-Ax: quando il successo è "organizzato"

 

Next post Previous post

Your reaction to this post?

  • LOL

    0

  • Money

    0

  • Cool

    0

  • Fail

    0

  • Cry

    0

  • Geek

    0

  • Angry

    0

  • WTF

    0

  • Crazy

    0

  • Love

    0

You may also like

Virginia Raggi: le cinque accuse mosse al sindaco di Roma
Featured

Virginia Raggi: le cinque accuse mosse al sindaco di Roma

Virginia Raggi è dal 22 giugno 2016 è il trentaquattresimo

Il caso Weinstein: l’uomo che ha terrorizzato Hollywood
Featured

Il caso Weinstein: l’uomo che ha terrorizzato Hollywood

Weinstein, il protagonista del più grande scandalo del nuovo millennio.

Cani che giocano a poker: la storia dei quadri di Coolidge
Featured

Cani che giocano a poker: la storia dei quadri di Coolidge

Dogs playing Poker, un quadro che la maggior parte di

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *